Circuito Master Club

Ciclismo – Ciclismo: Giro d’Italia: l’ordine di arrivo della 18a tappa

Ciclismo: Giro d’Italia: l’ordine di arrivo della 18a tappa

Data: 31 mag 2002 17:25

(9colonne) BRESCIA – L’ex maglia rosa Jens Heppner stamani non si è presentato alla partenza della 18/a tappa del Giro. Leader della classifica da Varazze a Conegliano, il tedesco era caduto nella prima tappa dolomitica e stanotte ha avuto febbre alta. Nel corso della tappa si e’ ritirato Fabrizio Guidi, per problemi al soprassella acutizzati dalle quasi otto ore in bici della tappa di ieri.

Ordine d’arrivo della 18/a tappa del Giro d’Italia, Rovereto-Brescia di km. 145:

1) Mario Cipollini (Ita/Acqua e Sapone) in 4h12’44” alla media oraria di km. 34,423 (abbuono 12″)

2) Alessandro Petacchi (Ita) s.t. (abb. 8″)

3) Renè Haselbacher (Aut) s.t. (abb. 4″)

4) Lars Michelsen (Dan) s.t.

5) Massimo Strazzer (Ita) s.t. (abb. 4″)

6) Mariano Piccoli (Ita) s.t.

7) Fabio Sacchi (Ita) s.t.

8) Aart Vierhouten (Ola) s.t.

9) Mauro Gerosa (Ita) s.t.

10) Biagio Conte (Ita) s.t. (abb. 2″)

11) Cristian Moreni (Ita) s.t. (abb. 6″)

12) Angel Vicioso Arcos (Spa) s.t.

13) Uros Murn (Slo) s.t.

14) Gabriele Missaglia (Ita) s.t.

15) Paolo Savoldelli (Ita) s.t.

16) Matthias Kessler (Ger) s.t.

17) Juan Manuel Garate (Spa) s.t.

18) Mykhaylo Khalilov (Ucr) s.t.

19) Lorenzo Bernucci (Ita) s.t.

20) Yaroslav Popovych (Ucr) s.t.

22) Michael Boogerd (Ola) s.t.

29) Tyler Hamilton (Usa) s.t.

39) Pavel Tonkov (Rus) s.t.

46) Pietro Caucchioli (Ita) s.t.

54) Cadel Evans (Aus) s.t.

60) Dario Frigo (Ita) s.t.

93) Julio Perez Cuapio (Mex) a 53″

140) Hidenori Nodera (Gia) a 7’06”

Partiti 141, arrivati 140. Non partito: Jens Heppner (Ger). Ritirato: Fabrizio Guidi (Ita).

Related Articles

Caccia grossa al voto cutrese

Attualità I cittadini di origine cutrese residenti a Reggio città sono stimati in almeno cinquemila, più alcune altre migliaia in provincia. Ci sono quelli arrivati dalla Calabria già 30-40 anni fa e quelli di seconda o terza generazione. Un bacino elettorale consistente, corteggiato da molti candidati sindaco in vista delle[…]

Read More »

VERONA. L’Arena e il matador. Una storia che si ripete e che ha un finale tanto scontato quanto magico per la Cordivari Roseto. L’Arena è quella di Verona, il matador è Mario Boni, il tutto con la Muller Verona nel ruolo del toro scornato. Il primo successo esterno della Cordivari[…]

Read More »